Formazione

Patrizia Bonati nasce a Cremona nel 1964, dal 1987 al '91 apprende i primi rudimenti del mestiere dell' orafo  presso un artigiano e presso lo studio di uno scultore milanese.
Nel '91 apre il proprio laboratorio in centro storico in città.  Frequenta corsi di perfezionamento con orafi della scuola di Padova. Vive e lavora a Cremona. Partecipa a numerose esposizioni presso gallerie del settore e musei in Italia e all' estero. Il Grassi Museum für Angewandte Kunst, Lipsia, Germania ha in collezione permanente due gioielli realizzati nel 2003. La Fondazione Cominelli di Cisano San Felice del Benaco, Brescia dal 2012 ha una spilla in collezione permanente.

L'uso del materiale, le permette di creare personalmente leghe di differenti sfumature di colore. Caratteristico del suo lavoro è l'utilizzo di fili elastici d'oro, lastre d'oro sagomate attraverso la martellatura. Spesso rifinisce i suoi pezzi con smalti bianchi. È attratta dal concetto di movimento e trasformazione e dall'idea che tutto può mutare. Una collana può diventare bracciale, un orecchino può trasformarsi in spilla ed un anello in un bracciale. La superficie grezza, il colore e il texture conferiscono un aspetto primordiale ai suoi gioielli. Tutti questi elementi caratterizzano una visione contemporanea del suo lavoro, pur mantenendo un forte legame con il passato.

Patrizia Bonati was born in 1964 in Cremona. From 1987 - 91 she did her rudimentary training as a goldsmith alongside a craftsman and in the workshop of a Milanese sculptor. In 1991 she opened her own workshop in the city centre. She took part in many specialization courses with goldsmiths at the school in Padova. She lives and works in Cremona. She takes part in many exhibitions in galleries and museums  both in Italy and abroad. The Grassi Museum für Angewandte Kunst, in Lipsia, Germany has 2 pieces of her jewellery created in 2003 in its collection. From 2012 The Cominelli Foundation in Cisano San Felice del Benaco, Brescia has had as part of its permanent exhibition a brooch.

The use of materials allows her to create individual pieces in differents hues of colour. Her work is characterized by her use of elastic gold threads, plates of gold shaped by hammering. She often adds a finishing touch of white enamel. She is attracted by the concept of movement and transformation and by the idea that everything is able to metamorphosize. A necklace can become a bracelet, an earring a brooch and a ring can be transformed into a bracelet. The raw surface, colour and texture lend an original aspect to her jewellery. All these elements give her work a contemporary vision while maintaining a strong connection with the past.

Tecnica e filosofia di lavoro

Il lavoro di Patrizia Bonati è tipicamente italiano nell'uso del materiale, in quanto utilizza prevalentemente l'oro, creando personalmente leghe di differenti sfumature di colore. Caratteristico del suo lavoro è l'utilizzo di fili elastici d'oro, lastre d'oro sagomate attraverso la martellatura. Spesso rifinisce i suoi pezzi con smalti bianchi. È attratta dal concetto di movimento e trasformazione e dall'idea che tutto può mutare. Una collana può diventare bracciale, un orecchino può trasformarsi in spilla ed un anello in un bracciale. La superficie grezza, il colore e il texture conferiscono un aspetto primordiale ai suoi gioielli. Tutti questi elementi caratterizzano una visione contemporanea del suo lavoro, pur mantenendo un forte legame con il passato.

 

My work is typically Italian in use of materials, using mostly gold, I have studied alloys with different shades of different colors to be used with the technique of hammering and twisting.Insert the white enamel in my pieces as "dirty" the surface, although the white is a symbol of purity.They are attracted to the concept of movement and transformation.A necklace can become a bracelet, an earring can become a brooch, a bracelet a ring.I often use the circle shape even though never perfectly round.
The matte finish, texture and color of pieces refers to a primordial form. All these elements convey jewellwery that is contemporary in its approach, yet reaches back in time and makes reference to the past. The golden thread that I can get, thanks to the special alloy gold that I have experienced and annealing technique, allows me to create flexible forms, both geometric shapes such as circles or free forms, which can be modified through flexibility the wire. The ability to use the same object in different ways consistent with the notion of movement and transformation that I wish to express in my work.

 

Esposizioni

Nel 2006 e 2007 ha partecipato alla fiera internazionale Collect presso il Victoria & Albert Museum, Londra e numerose mostre in Italia, Francia, Olanda, Germania e Portogallo. Il suo lavoro è stato esposto presso il Museo Civico Archeologico di Como ed il Museo Nazionale d'Arte Orientale a Roma, MOC, Castello di Sartirana. Alcuni gioielli fanno parte della collezione permanente del Grassi Museum, Lipsia, Germania. Nel 2004 è stata co-fondatrice dell'AGC, nel 2005 è stata co-fondatrice del FAMCR.

© Copyright - Patrizia Bonati orafa - Partita Iva 00983820192